Svizzera / Švica / Schweiz / Suisse / Svizra / Switzerland

europa-evropa-europe
mitteleuropa
alpi-alpe-alpen-alps

#1

Un esempio assolutamente fondamentale per progettare il nostro futuro. Parliamone qui, nel dettaglio.


#2

Articolo ideologicamente un po’ di parte, ma davvero fondamentale per capire come funzionano le cose in
Svizzera. Scritto da uno svizzero, ovviamente. Enjoy.


#3

La Confederazione elvetica è forse l’unico Stato veramente nato da un patto sociale; infatti, nel 1291 i rappresentanti di quattro comunità strinsero il cosiddetto patto del Grutli promettendosi di unirsi per difendere la loro autonomia dagli Asburgo. Oggi la Confederazione elvetica mantiene una costituzione federale, con grande autonomia da parte dei 26 cantoni; allo stesso modo, i singoli comuni con estrema facilità possono scegliere di spostarsi da un cantone all’altro. Ai 26 cantoni corrispondono 26 regimi fiscali diversi che innescano una competizione virtuosa nel tentativo di attrarre cittadini e aziende dando un migliore rapporto servizi/tasse rispetto ai vicini. Oggi la Svizzera è anche uno dei paesi con reddito medio più alto, a fronte di una disuguaglianza relativamente bassa, maggiori libertà economiche, più pacifico nonostante una normativa liberale sul porto d’armi… Per approfondire consiglio di leggere il libro del prof. Lottieri


#4

È bene notare tuttavia che la dispersione del potere, che a noi oggi appare come tratto peculiarmente svizzero, era piuttosto comune in diverse aree d’Europa nel Medioevo e anche successivamente. L’originalità dei cantoni rivela il permanere di istituzioni, pratiche e relazioni sociali sviluppatesi nel Medioevo e in quell’epoca condivise in Europa, ma che, successivamente, furono spazzate via dall’imporsi di un potere centrale e assoluto. Grazie al carattere impervio delle montagne e alla solidità delle istituzioni locali, la società elvetica è in parte sfuggita alla trasformazione che nell’Europa continentale ha portato all’edificazione dello Stato. Quando ci s’interessa alla Svizzera, bisogna dunque guardare a quei cinque secoli che hanno preceduto l’invasione napoleonica.


#5

La Svizzera si riconferma civile, nel riconoscere non solo il plurilinguismo su base federale, ma anche le varianti linguistiche locali, come ufficiali.

Ed è proprio grazie a questo atteggiamento che, ancora oggi, in Svizzera vengono preservati secoli di storia e di modo di pensare, oltre che di unicità nell’esprimersi, specialmente per quanto riguarda la componente germanofona.