Roberto Dipiazza

politici-politiki-politicians
borgomastro

#23

Il nostro eroe ha annunciato festoso, quest’estate, che la vecchia sede del “Piccolo” diventerà un Lidl.


#24

Come non ricordare, poi, le prime fasi di uno dei capolavori di Dipiazza (e Illy), la creazione di uno stagno permanente fra le fondamenta abbandonate, dopo aver abbattuto un parco secolare.
Parliamo della Maddalena.

Il 16 marzo 2001 l’accordo di programma è firmato dal presidente della Giunta regionale Roberto Antonione, dal sindaco Riccardo Illy e dal dott. Sergio Monardo, rappresentante di Zigrino. Segue, nel maggio 2005, un “atto integrativo” dell’accordo, firmato dall’assessore regionale Lodovico Sonego, dal direttore dell’A.S.S. Franco Rotelli e dal sindaco Roberto Dipiazza, in base al quale i metri quadrati destinati alle attività commerciali al dettaglio aumentano da 2.500 a 5.000 (così il valore dell’area sul mercato immobiliare aumenta), mentre in un’area adiacente l’ex Ospedale si prevede troverà posto la nuova caserma della Polizia Stradale.

http://www.sos-alberi-fvg.it/A4.Segnalazioni/Cattive-notizie/Storia-ignobile.htm

Considerando tutto ciò (date incluse!), una decina di anni dopo, Dipiazza si esprime così:

Il sindaco Roberto Dipiazza, intervenuto alla conferenza ha dato la notizia che " abbiamo chiuso la trattativa e a breve riparte il cantiere della Maddalena con una zona commerciale e speriamo di chiudere quanto prima perché la popolazione ha disagi con l’acqua e molto altro; è una zona degradata dopo che la Carrefour se n’è andata via senza realizzare quello che doveva fare ".

Si parla di Agosto 2018.

http://www.triesteprima.it/cronaca/comune-trieste-lavori-pubblici-2018-7-agosto-2018.html