Giappone / Japonska / Japan

tecnologia-tehnologijo-tech
asia

#1

Un paese per certi versi simile a Trieste, per esempio nell’alta età media ormai da decenni, ma che ha saputo risolvere - almeno in parte - i propri problemi grazie ad un’ottima capacità organizzativa e ad un alto livello di tecnologia e innovazione.

Estremamente interessante, poi, il fatto che fra Trieste e il Giappone vi fossero dei legami già secoli fa:

emerge con forza un legame saldo e consistente tra la città di Trieste ed il Giappone, il quale andrebbe approfondito e sviluppato nei modi più adeguati e nelle sedi accademiche più opportune


#2

Un aspetto in cui possiamo prendere esempio è certamente quello della sicurezza stradale e prevenzione degli incidenti più comuni.

https://www.researchgate.net/publication/303961981_INNOVATIVE_TECHNOLOGICAL_SYSTEMS_IN_ROAD_TRAFFIC_SAFETY_POLICY_IN_JAPAN


#3

In alcune stazioni del Giappone, viene effettuato annualmente un festival ferroviario, in cui si possono non solo comperare prodotti locali, ma anche e soprattutto visitare vetture storiche.
Risulta particolarmente di successo specialmente fra i bambini; inutile dire che la stazione di Campo Marzio sarebbe praticamente perfetta, per un evento del genere.

Questo è l’esempio di Eiden, vicino a Kyoto.

Foto qui (sito del comune di Kyoto): http://www.city.kyoto.lg.jp/shobo/page/0000209058.html


#4

1907, caffé degli specchi, Trieste/Trst/Triest, concerto della squadra imperiale giapponese.
Va rimarcato come questo genere di eventi fosse, in un mondo così diverso e “disconnesso”, rispetto ad oggi, davvero rilevante, ed indicativo dell’importanza che la scena culturale triestina ebbe acquisito.


#5

Non va poi dimenticato l’esponente più noto del japonisme triestino, Argio Orell.